ANALISI GIOCATORE: Conti - Daily Fantasy Sports .it

ANALISI GIOCATORE: Conti

Oggi per la nostra consueta rubrica di avvicinamento al fine settimana calcistico, dove analizziamo i numeri su Fantasfida di un protagonista di Serie A, torniamo a Bergamo. Lo facciamo per conoscere meglio una delle rivelazioni di questo campionato, ovvero uno dei difensori più prolifici di questa serie A: Andrea Conti.

Nato a Lecco il 2 Marzo del 1994, è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della squadra bergamasca, in cui milita sin dall’età di 7 anni. Nel 2013 viene mandato in prestito al Perugia in Lega Pro, dopo aver giocato un’intera stagione con gli umbri, sale di categoria, sempre in prestito, a Lanciano in serie B. Qui nella stagione 2014/2015 colleziona 24 presenze e con le sue prestazioni convince l’Atalanta a riportarlo a casa e a puntare sul suo talento. Nella stagione 2015/2016 in prima squadra, all’età di 21 anni, trova l’esordio in serie A il 6 Gennaio a Udine e dopo un mese, il 3 Febbraio, anche la prima rete a Verona. Per lui è contemporaneamente la prima rete tra i professionisti, in serie A e con i nerazzurri. Conti fa parte di una generazione che sta facendo e farà le fortune dell’Atalanta, talenti scoperti e cresciuti dalla squadra di Bergamo che ha avuto lungimiranza e ha lavorato perfettamente per plasmare il loro talento sin dalla giovane età. Qualcuno ha già spiccato il volo, vedi Gagliardini altro 94 d’oro passato all’Inter, altri come Conti lo faranno presto. Questa sua stagione piena di prestazioni esaltanti non sta passando inosservata e gli interessamenti da parte di club prestigiosi stanno già raggiungendo le orecchie del suo procuratore. Non solo squadre italiane, tra le quali la più interessata sembra il Napoli, ma il talento del giovane lombardo è arrivato anche in Premier: sembra che il Chelsea sia pronto a mettere sul piatto ben 15 milioni di euro. Nella prossima sessione estiva sarà difficile trattenerlo a Bergamo, anche un’eventuale qualificazione in Europa, traguardo impensabile ad inizio stagione, potrebbe non essere sufficiente.

Conti è un terzino, dotato di buona corsa e propenso alle scorribande offensive. In questa stagione, nel 3-5-2 disegnato da Gaperini, ha il compito di presidiare tutta la fascia destra. Questo ha permesso al giocatore di mostrare tutte le sue qualità, sia in fase difensiva che nella metà campo avversaria, e di sorprendere tutti dimostrando un’ enorme personalità nei meccanismi perfetti dei nerazzurri di quest’anno. La padronanza con cui gioca e la sfrontatezza con cui comanda sulla fascia sono tipiche caratteristiche di campioni affermati. Oltre ad essere attento difensivamente, riesce ad essere molto prolifico negli ultimi sedici metri. In aggiunta alle soddisfazioni personali, già diverse in questa stagione, arriva spesso al cross per i compagni, sfoderando anche assist decisivi che dimostrano la sua buona tecnica e visione di gioco.

Vediamo insieme i numeri del terzino nerazzurro su Fantasfida.

Già il fatto che sia considerato difensore e che poi giochi praticamente a centrocampo, ce lo fa inserire nella lista dei “preferiti” tra i difensori. Poi ha dimostrato di poter portare bonus a raffica e prestazioni sostanziose, fattore che non fa sicuramente male. Già quattro i gol messi a segno in stagione, rafforzati da 4 assist e 14 passaggi chiave; numeri sicuramente interessanti e che sono destinati a crescere, vista anche la favolosa condizione, sia fisica che mentale, della squadra nerazzurra. Altro dato offensivo veramente interessante è il numero di tiri che è 21, praticamente uno a partita. Anche nei parametri prettamente difensivi Conti si difende piuttosto bene: 8 tiri gol intercettati e 107 palle recuperate. Unica nota stonata sono le 9 ammonizioni che sono, effettivamente, un numero piuttosto alto ma anche comprensibile data la prima vera stagione da titolare e la responsabilità di dover presidiare un’intera fascia.

L’Atalanta non ha intenzione di fermarsi e grazie all’entusiasmo di Conti e degli altri giovani, e all’organizzazione tattica messa in campo dal mister, vuole continuare a stupire e sognare un traguardo che sarebbe stupefacente e meritato allo stesso tempo. Molto ci diranno gli scontri diretti come quello in programma Domenica contro l’Inter, fondamentali per poter soffiare un posto in Europa a squadre che ad inizio stagione erano sicuramente più quotate ma che nella sostanza dei fatti il campo ha dimostrato essere alla portata degli undici di Gasp.

Malato di calcio sin dalla nascita, ho incontrato i daily fantasy sports e mi sono illuminato. Sinergia tra studio statistico e gambling; praticamente un sogno che si avvera.

Devi essere loggato per commentare Login