ANALISI GIOCATORE: Insigne - Daily Fantasy Sports .it

ANALISI GIOCATORE: Insigne

Sta sicuramente vivendo una stagione fenomenale che sta confermando la sua definitiva e completa maturazione. I suoi gol stanno trascinando il Napoli nella rincorsa al secondo posto che sappiamo essere importantissimo in ottica futura sia per la possibilità di saltare i preliminari di Champions della prossima stagione, sia per le ambizioni future della società partenopea. Sembrerebbe tutto perfetto, lo “scugnizzo” che trascina la squadra amata verso traguardi sempre più alti ed a suon di gol, ma come sempre, c’è sempre un ma. Da mesi Lorenzo e il presidente De Laurentis stanno trattando sul rinnovo contrattuale e l’accordo tarda ad arrivare. Ballano 1-1.5 milioni tra le parti, oltre ai diritti d’immagine che come sempre nelle trattative con il presidente partenopeo sono un punto focale e molto delicato del contratto, tanto che in passato hanno anche fatto saltare trattative importanti.

E intanto cominciano ad arrivare lusinghe dai grandi club europei che non sono rimasti indifferenti alla grande stagione dell’attaccante azzurro e provano ad insinuarsi in questo momento di stallo. Come andrà a finire non possiamo saperlo, quello che è certo è che Insigne è diventato uno degli attaccanti più importanti del nostro campionato e la sua carriera è sul trampolino di lancio. Nato a Napoli nel 1991, arriva appena quindicenne nelle giovanili della squadra azzurra, l’esordio in prima squadra è datato 2010 grazie a Walter Mazzarri, il 24 Gennaio a Livorno. Poi cominciano i prestiti, prima alla Cavese e negli anni successivi a Foggia e Pescara sotto la guida di Zdenek Zeman. E’ nella stagione al Pescara che Insigne fa il salto di qualità, portando gli abruzzesi alla vittoria della serie B e alla conseguente promozione nella massima serie, insieme ai compagni Immobile e Verratti. A fine stagione contiamo 18 gol e 14 assist che gli varranno il titolo di miglior giocatore della serie cadetta insieme ai due compagni di squadra. L’estate successiva rientra al Napoli definitivamente. Da allora ha messo insieme 160 presenze con 36 gol, crescendo di partita in partita e diventando titolare del Napoli e uno degli attaccanti più importanti della nazionale.

Insigne è il classico attaccante esterno, che abbina la velocità ad una buonissima tecnica. Dotato di un dribbling sopra la media, riesce con la sua rapidità a fraseggiare con i compagni nello stretto e ad essere sempre molto pericoloso in area avversaria. Oltre all’esterno, può fare il secondo attaccante o giocare in appoggio alle punte, la sua tecnica gli permette di servire deliziosi assist per i compagni e di essere anche un discreto finalizzatore, come sta dimostrando in questo campionato.

Vediamo insieme i suoi numeri stagionali su Fantasfida.

Basterebbero i 14 gol in campionato per testimoniare il grande momento che Insigne sta muovendo. Le tre doppiette nelle ultime quattro giornate sono la ciliegina sulla torta. La naturalezza con la quale effettua giocate sopraffini è una gioia per gli occhi, l’essenza di un calcio fantasioso e romantico. Nelle ultime dieci di campionato ha raggiunto livelli incredibili con una media di 22 punti a partita costruita con 8 gol, 15 passaggi chiave, tantissimi tiri verso la porta avversaria e 2 assist. Solo nella trasferta a Roma non è riuscito ad andare in doppia cifra, per il resto sempre prestazioni al top. Se allarghiamo il raggio e guardiamo i numeri stagionali, abbiamo la definitiva conferma della stagione superlativa. Praticamente 20 pt di media a partita, confezionati grazie a gol, assist e passaggi chiave.

Come finirà la telenovela del rinnovo è difficile dirlo, sarebbe bello che Lorenzo diventasse una bandiera del suo Napoli, magari portandolo in futuro alla vittoria di qualche titolo da protagonista. Il tutto dipenderà dai prossimi mesi e dalle intenzioni di giocatore e società di sposare la causa e di voler intraprendere insieme un percorso che possa portare in alto la squadra azzurra. Certo per vincere non basta solo il rinnovo di Lorenzo, ma servirà la crescita della squadra anche attraverso investimenti societari mirati e la certezza di una progettualità chiara e concreta.

Malato di calcio sin dalla nascita, ho incontrato i daily fantasy sports e mi sono illuminato. Sinergia tra studio statistico e gambling; praticamente un sogno che si avvera.

Devi essere loggato per commentare Login