ANALISI REPARTO: Il centrocampo della Roma - Daily Fantasy Sports .it

ANALISI REPARTO: Il centrocampo della Roma

spalletti

In un campionato che ha ormai molto poco da dire, una delle squadre rimaste con qualche stimolo è ovviamente la Roma: il secondo posto è obiettivo difficile, ma sperare in un passo falso del Napoli per gli uomini di Spalletti è lecito. L’imperativo è dunque portare a casa i 6 punti che mancano da qui alla fine della stagione: in casa contro un Chievo già andato ben oltre la salvezza e a Milano contro una squadra ormai allo sbando. Se davanti resta soltanto da vedere di volta in volta chi sarà schierato come prima punta, i numerosi giocatori appetibili listati come centrocampisti su Fantasfida sono soliti creare più di un grattacapo ai fantallenatori.

Prima di tutto, è impossibile non partire da Salah. Se i soldi ci sono e vi siete giocati qualche scommessa in un altro reparto, o se semplicemente volete fare la formazione migliore sulla carta, il numero uno in casa giallorossa è l’egiziano. 13 gol e 6 assist in campionato, titolarità assicurata, gioca tutta la partita e lo fa sulla linea degli attaccanti: passaggi chiave, tiri in porta e falli subiti sono una costante, le palle recuperate arrotondano il punteggio. La vera scelta non è schierarlo, ma decidere di non farlo.

Per il second best in casa Roma è lotta serrata tra Pjanic e Perotti. L’unica vera risposta a questo quesito è che dipende da come interpretate il gioco e in particolare da come leggete la singola giornata. Perotti vi dà più costanza, assicurandovi quella consistenza della quale vi abbiamo parlato qui: doppia cifra pressoché certa anche senza bonus, gol che può sempre arrivare, passaggi chiave e falli subiti in buon numero, ogni tanto qualche palla recuperata in più. E costa pure 4mila in meno del bosniaco. Proprio per questo per quanto mi riguarda è lui la seconda scelta dopo Salah, ma mi rendo conto che è una lettura personale.
Nella singola giornata, che è ciò che ci interessa nelle nostre analisi di DFS, chi potrebbe mai permettermi di mettere Pjanic in seconda linea? Batte tutto, sta vivendo la sua miglior stagione di sempre a livello realizzativo con 9 gol, ha firmato 10 assist. Numeri del genere significano che, semplicemente, se lo mettete nella giornata giusta può fare la differenza. Se vi troverete invece il Pjanic abulico e la Roma che non t’aspetti, dead player: la doppia cifra non si vede, spesso ci scappa l’ammonizione, il falletto in più è dietro l’angolo. Ecco perché parlo di stile di gioco: consistenza o ricerca dell’exploit? Sta a voi.

centrocampo roma

Nainggolan è l’altro nome spendibile per fare la sorpresina ai vostri avversari: a Roma ha trovato in zona gol una costanza che non ha mai avuto, mettendone dentro già 5 quest’anno. Inoltre i passaggi chiave non mancano e il tiro da fuori, si sa, è una soluzione che il belga cerca volentieri da sempre. Se a tutto questo aggiungiamo il numero di palle recuperate, viene fuori un centrocampista solido con una certa propensione alla giornata da protagonista. Il motivo per cui sono costretto a metterlo un gradino sotto a Pjanic e Perotti è semplice: Nainggolan rimane pur sempre un incontrista e, in quanto tale, con la Roma sotto pressione è più portato al fallo e al contenimento che al bonus pesante. Inoltre anche il prezzo è impegnativo: 19mila crediti spesso pesano parecchio sul vostro bilancio, facendo di Nainggolan una scelta da ponderare attentamente.

Sugli altri c’è in realtà poco da dire: De Rossi e Keita non sono per caratteristiche tecnico-tattiche centrocampisti particolarmente appetibili per i Fantasfida, Florenzi paga la retrocessione sulla linea dei difensori. Riguardo a Strootman, possiamo soltanto augurargli di tornare ai livelli ai quali l’abbiamo ammirato nel corso della sua prima stagione in Italia.

Da sempre soffre di una preoccupante passione per calcio e fantacalcio. Quando scopre i Daily Fantasy Sports si rende conto che è arrivato il momento di cambiare dipendenza.

Devi essere loggato per commentare Login

Lascia una risposta