CONSIGLI FANTASFIDA: Coppa Italia - Finale - Daily Fantasy Sports .it

CONSIGLI FANTASFIDA: Coppa Italia – Finale

Questa sera all’Olimpico si disputerà la finale di Coppa Italia tra Lazio e Juventus e su Fantasfida ci sarà un torneo dedicato alla partita che metterà in palio un garantito di 2.000€ a fronte di un buy in di 10€. Il match si preannuncia emozionante e decisamente incerto, per la Lazio è la partita che vale una stagione, per la Juve il primo step verso un sogno chiamato triplete. Le motivazioni non mancano di certo.

PRECEDENTI

Gli ultimi scontri diretti parlano decisamente bianconero. Nove successi nelle ultime nove partite con 18 gol fatti ed appena uno subito nella finale di Coppa Italia del 2015. Partita che finì con il risultato di 1 a 1 nei tempi regolamentari grazie alle reti di Radu e Chiellini e fu poi decisa ai tempi supplementari dal gol di Matri. Anche in questa stagione la storia non è cambiata: all’andata, giocata all’Olimpico il 27 Agosto, ha deciso un gol di Khedira, mentre il ritorno allo Stadium a Gennaio è finito 2 a 0 grazie alle reti della coppia Higuain e Dybala. La Juventus è alla caccia del terzo sigillo consecutivo nella competizione nazionale dopo le vittorie del 2015 con i biancocelesti e del 2016 con il Milan, entrambe ai tempi supplementari. non sarà facile per i biancocelesti spezzare il filotto e riconquistare la coppa che evoca dolci ricordi dopo la vittoria del 2013 ai danni della Roma grazie all’ormai famoso gol di Lulic.

QUI LAZIO

Gli uomini di Inzaghi arrivano alla competizione in buonissima forma. Se togliamo la sconfitta a Firenze, che molto probabilmente è figlia di un calo di concentrazione dovuto alla già acquisita qualificazione per l’Europa e alla preparazione per questa importante finale, nelle tre partite precedenti i biancocelesti avevano inanellato tre vittorie suonanti con 16 gol segnati, dimostrando una fluidità di gioco incredibile ed una condizione atletica invidiabile.
Per quanto riguarda la formazione che affronterà i bianconeri, Inzaghi ha ancora qualche dubbio. Innanzitutto sono da verificare le condizioni fisiche di Parolo, che ha subito una forte contusione a Firenze, per il centrocampista della nazionale italiana filtra comunque ottimismo. Inoltre l’allenatore biancoceleste deve sciogliere due ballottaggi: uno in difesa tra Bastos e Hoedt, l’altro davanti tra Keita e Felipe Anderson. Gli undici che scenderenno in campo dovrebbero essere i seguenti:

3-5-2 Strakosha, Hoedt, De Vrij, Wallace, Basta, Milinkovic-Savic, Biglia, Parolo, Lulic, Keita, Immobile

QUI JUVENTUS

Dopo la brutta sconfitta contro la Roma che ha rinviato la festa scudetto, i bianconeri vogliono conquistare il primo trofeo della stagione e cominciare a costruire il tanto sospirato triplete, mai possibile realtà come quest’anno. Higuain e compagni partono con i favori del pronostico ma devono comunque fare attenzione al dinamismo e alla rapidità dei laziali, che hanno tutte le carte in regola per metterli in difficoltà. Complice forse l’importante traguardo raggiunto in Champions, ed il distacco rassicurante dalla seconda, in campionato la Juventus ha fatto registrare una leggera flessione, appena 2 punti nelle ultime tre giornate, cammino che ha permesso alla Roma di tenere ancora aperto il discorso scudetto. Questa sera non ci sono calcoli da fare o energie da preservare, per cui gli uomini di Allegri giocheranno come sempre al massimo. Per quanto riguarda la formazione, l’unico che resta in dubbio è Mandzukic, per il resto non dovrebbero esserci sorprese.

3-4-2-1 Neto,Barzagli, Bonucci, Chiellini,Dani Alves, Marchisio, Lemina, Alex Sandro, Dybala, Higuain, Mandzukic

PORTIERI

NETO (Juventus) – In Coppa Italia è lui il titolare e anche se fino ad ora non ha fatto registrare risultati eclatanti, stasera lo preferisco al portiere biancoceleste soprattutto per i tre difensori ce lo proteggeranno. La difesa della Juventus è una garanzia e nelle partite che contano difficilmente delude. Se poi il portiere brasiliano ci mette del suo il gioco è fatto, non avendo molte possibilità nelle altre competizioni deve dimostrare di poter essere il dopo Buffon in queste partite.

DIFENSORI

DE VRIJ (Lazio) – Il difficile compito di fermare l’attaccante più forte del momento potrebbe esaltare l’olandese che ha dimostrato in stagione di poter raggranellare punti importanti. Non dimentichiamo poi la sua pericolosità in area avversaria grazie ad un ottimo tempismo sui calci piazzati. Le finali sono spesso decise da giocate da fermo, per cui il centrale biancoceleste potrebbe essere uno dei papabili goleador.

DANI ALVES (Juventus) – Sulla sua importanza nelle partite che contano ci sono ormai pochi dubbi, la sua esperienza internazionale e il suo palmares parlano per lui. Decisivo nel doppio confronto di Champions, questa sera potrebbe fare la differenza, anche perché credo che una delle armi che la Juventus può sfruttare per avere la meglio sui rivali siano le due fasce laterali.

ALEX SANDRO (Juventus) – Il laterale di Allegri sa essere devastante quando è in serata, soprattutto grazie alle sue incursioni offensive sempre pericolose e decisamente fruttevoli in quanto a bonus. La partita potrebbe decidersi sulla sua fascia ed il brasiliano ha dimostrato di essere un fondamentale supporto sia per la difesa che per i compagni del reparto avanzato.

CENTROCAMPISTI

MILINKOVIC-SAVIC (Lazio) – Già tre reti in questa competizione, il suo rientro tra i titolari nella mediana è per Inzaghi manna dal cielo. Nemmeno convocato con la Fiorentina in vista di questa finale, la mancanza della sua fisicità si è fatta sentire decisamente. Oggi, vista anche l’assenza di Pjanic tra gli avversari, può farsi valere in mezzo al campo e nei suoi sempre pericolosi inserimenti. Nelle semifinali ha fatto registrare la bellezza di 34 e 30 punti con 2 gol, 3 passaggi chiave e 20 palle recuperate.

LEMINA (Juventus) – In gol Domenica contro la Roma, partita che gli ha portato 20 punti grazie anche ad 1 passaggio chiave e 2 tiri, anche questa sera dovrebbe partire negli undici. Viste le poche presenze molto probabilmente lascerà la Juventus in estate e per cui questa è forse la prima e ultima occasione per lasciare il segno da protagonista nella storia bianconera. Diciotto le presenze in Serie A quest’anno con un gol all’attivo.

LULIC (Lazio) – E’ stato l’eroe della finale conquistata contro la Roma e rimarrà per sempre nella storia e nel cuore dei tifosi della Lazio, la partita di questa sera non può che evocare per lui dolci ricordi e trasmettergli grande entusiasmo. Oltre a questo ha dimostrato di essere sempre propositivo in avanti in appoggio ai suoi compagni più avanzati, rendendosi anche spesso e volentieri pericoloso in zona gol.

ATTACCANTI

HIGUAIN (Juventus) – E’ l’attaccante più decisivo del momento. Molti lo ritengono il numero nove più forte del mondo. Nei momenti decisivi non è quasi mai riuscito ad essere decisivo in passato, si vedano le prestazioni in finale con la sua nazionale, e per questo è stato anche aspramente criticato e messo in discussione. Quest’anno potrebbe essere quello della svolta e della definitiva consacrazione, il destino della Juve passa anche attraverso Gonzalo. Tre gol nella doppia sfida con il Napoli che è valsa la conquista della finale, 33 punti nella partita al San Paolo grazie anche a 2 passaggi chiave.

DYBALA (Juventus) – E’ il fenomeno del futuro, ma anche del presente. Sicuramente le sue giocate faranno felici i tifosi bianconeri per molte altre stagioni, ma oggi è chiamato al riscatto dopo l’errore dal dischetto che è costato il primo trofeo della stagione a Dicembre contro il Milan. La qualità del giocatore non si discute, ha scelto la Juventus per vincere e deve farlo da protagonista, a partire da stasera. Già 4 gol in questa Coppa Italia con prestazioni sempre da protagonista, spiccano i 36 punti nella partita contro il Napoli.

IMMOBILE (Lazio) – Stagione da incorniciare dopo le ultime deludenti. 30 gol stagionali, 25 con la Lazio e 5 in Nazionale testimoniano la sua ritrovata verve sotto porta. Di tutto ciò ha beneficiato la Lazio che sta disputando una stagione sopra le aspettative, date anche le vicissitudini estive. Questa sera potrebbe mettere la famosa ciliegina sulla torta, magari proprio con un gol. Nel precedente turno è andato a segno sia all’andata che al ritorno contro la Roma facendo registrare 24 e 27 punti.

Malato di calcio sin dalla nascita, ho incontrato i daily fantasy sports e mi sono illuminato. Sinergia tra studio statistico e gambling; praticamente un sogno che si avvera.

Devi essere loggato per commentare Login