ANALISI: Impressioni sull'aumento del budget su Fantasfida - Daily Fantasy Sports .it

ANALISI: Impressioni sull’aumento del budget su Fantasfida

Avevamo molto criticato l’aumento del budget nei principali tornei di Fantasfida, che ha dichiarato che si tratta solo di un test di un paio di settimane, in un nostro PRECEDENTE ARTICOLO. Andiamo ora a vedere come questo cambiamento ha influenzato questo primo weekend di prova e cerchiamo di trarne qualche conclusione.

Il motivo principale della nostra avversione è che con un passaggio da 70mila a 105mila crediti (nel FantasticaSfida ad esempio), molto giocatori che mediamente performano meglio sono facilmente acquistabili e risulta semplice creare una formazione di campioni. Il bello del gioco era andare a scovare i talenti “low cost”, giocatori che potessero fare la differenza spendendo poco.
L’abilità del fantallenatore emergeva in questi frangenti, quando con budget limitato si era costretti a dover trovare il jolly a centrocampo o in attacco. L’aumento sostanziale ha fatto si che il margine di abilità si riducesse aumentando la varianza: una scelta chiaramente remunerativa per Fantasfida che tutela i giocatori meno abili e mantiene più soldi nel circuito, dato che il giocatore bravo sarà più propenso a versare in caso di perdita, mentre l’entusiasmo di quello più scarso aumenterà dopo qualche vincita.
Qualcuno ha ribattuto che non basta comprare campioni, ma si devono valutare bene gli incontri, gli avversari, la classifica e tanto altro: siamo daccordo su tutta la linea, ma ci riesce davvero difficile pensare di schierare Soddimo del Frosinone al posto di Ilicic o Pjanic. Per fare un altro esempio Floro Flores o Maccarone rimarrano sempre ottime scelte, ma ha senso schierarli al posto di Insigne, Higuain, Ljajic, Jovetic o altri top attaccanti? Secondo noi no.

E’ ovvio che un fantallenatore potrà vincere schierando giocatori insoliti e meno costosi, si tratta di semplice varianza intrinseca nel gioco, ma sicuramente nel lungo periodo sarà una scelta a valore atteso inferiore.

Vediamo le formazioni di chi si è piazzato sul podio nell’ultimo FantasticaSfida:

Formazione1 Formazione2 Formazione3


Il budget speso varia tra i 105mila e gli 85mila, quindi notevolmente al di sopra dei vecchi 70mila. Risulta evidente come tutti e 3 si siano subito avventati sul giocatore più costoso, Gonzalo Higuain che costa quasi 27mila ed era praticamente inschierabile prima di questo cambio. Al suo fianco ancora 3 dei giocatori che semplicemente tengono una delle medie più alte su Fantasfida: Dybala, Ljajic (una sicurezza quando il Mancio lo fa partire titolare) e Thereau che è una garanzia. Quest’ultimo era una prima scelta anche prima, grazie al costo ridotto di 9550 crediti.
A centrocampo troviamo ancora 4 tra i top per media dopo 13 giornate: Pjanic, Ilicic, Bonaventura e Valero.
In difesa stessa musica: Bruno Peres insieme ad Alonso è uno dei migliori e anche Molinaro tiene un’ottima media e lo scontro contro la Sampdoria suggeriva chiaramente che fossero la miglior scelta.
Possiamo dire che la differenza l’abbia fatta il portiere, ruolo su cui la varianza è altissima.

Tutto questo per dire che i 6 di movimento li avrebbe potuti schierare chiunque come combinazione dei soliti 15 nomi che popolano la parte alta delle nostre liste con statistiche. 105mila crediti sono praticamente un budget illimitato.
Quando si avevano 70mila crediti, la media per giocatore era di 10mila e  se si decideva ad esempio di puntare su Ilicic a centrocampo ed Insigne in attacco per un totale di circa 30 mila, si sapeva già che si sarebbe dovuto scovare qualche affare da 6-7mila. Li stava l’abilità. Decidere su chi puntare in base ai match e altre analisi e trovare i giocatori a basso budget che potessero fare la differenza.

La nostra conclusione è una conferma di quanto avevamo supposto la settimana scorsa, ossia che questo aumento drastico ha ucciso il bello di questo gioco e ridotto il fattore abilità al lumicino.
Aggiungeteci che la distribuzione dei premi è decisamente ridicola: il quarto classificato su 1200 persone prende 430€ e magari ne ha spesi 225€ per 15 formazioni.
Insomma, per noi è un disastro ed ora ne abbiamo anche una prima prova. Speriamo che Fantasfida torni sui suoi passi.

Intanto ci giungono voci che presto entrerà un nuovo competitor, ve ne parleremo presto, continuate a seguirci per rimanere aggiornati!

 

Dopo una carriera come Professional Poker Player dal 2008 al 2015, si è appassionato da subito ai Daily Fantasy Sports e ha aperto questo portale di informazione. Tra i suoi risultati la vittoria della prima edizione del FantasticaSfida nel Settembre 2015.

Devi essere loggato per commentare Login

Lascia una risposta