Riusciranno i Daily Fantasy Sports a deporre il Poker Online dal trono? - Daily Fantasy Sports .it

Riusciranno i Daily Fantasy Sports a deporre il Poker Online dal trono?

Il mercato del “gambling” negli Stati Uniti è in pieno boom grazie al nuovo format dei Daily Fantasy Sports, un gioco che è sia legale sia eccitante e diverso dal solito, dato che non si usano carte.

I DFS in USA comprendono già un sacco di sports, quali basket, hockey, football, baseball, golf ecc. che si prestano benissimo al tipo di gioco, con un’enorme quantità di statistiche per valutare un giocatore; pensate ad esempio ad un giocatore di NFL (yards percorse, intercetti, placaggi) o ad uno di NBA (passaggi, rimbalzi, tiri liberi, tiri da 3), sono davvero tanti i parametri da analizzare e studiare. Nei palinsesti dei principali network americani manca solo il calcio (ma alcuni siti hanno iniziato ad offrirlo dopo gli scorsi mondiali), mentre in Italia il percorso è ovviamente l’opposto.

Un aspetto fondamentale che piace agli “scommettitori” è il poco tempo che intercorre tra la scommessa e l’eventuale vincita; i tornei di DFS durano un giorno, un weekend, massimo una settimana e quindi l’entusiasmo da evento quasi “real time” è fortissimo.
Potete schierare la vostra formazione fino a pochi minuti prima dell’inizio del torneo, godervi la partita sul vostro divano di casa seguendo i vostri giocatori e ritirare la vincita al fischio finale.
Questi aspetti del format han fatto si che in poco tempo la mania esplodesse ed il confronto con quello del poker online ai suoi inizi, con la vittoria di Chris Moneymaker nel main event WSOP, è inevitabile.

Ma il paragone è legittimo o troppo forzato? Vediamo un attimo gli aspetti decisivi per quel che riguarda il mercato USA.

Regolamentazione e legalità

In Italia i DFS sono legali sui siti dotati di concessione dei monopoli di stato (siti .it); in America, dove il fenomeno è ormai diffusissimo, la situazione è un po’ contorta. Gli utenti hanno accolto con grande entusiasmo questa nuova occasione di vincere soldi puntando sullo sport, ricordiamo infatti che le scommesse in USA sono illegali.
I daily fantasy sports godono di uno status di “quasi-legalità” e sono permessi nella maggior parte degli stati in quanto è riconosciuta una componente di abilità (skill) che fa si che non possano essere completamente considerati gioco d’azzardo. Purtroppo, così come si è visto col mondo del poker, tali opinioni sono oggetto di discussione e cambiamento ed una legge restrittiva è sempre dietro l’angolo.

E’ possibile quindi che si vada incontro ad una stretta nei regolamenti per quanto riguarda l’offerta e la fruizione dei DFS in USA e che questi si ritrovino a lottare col mondo del poker per conquistare il cuore dei giocatori e fette di mercato.

Google non la pensa così

Un modo per scoprire la crescente popolarità di un fenomeno è comparare il numero di ricerche su Google per uno specifico termine.
FanDuel e DraftKings, i due principali siti di DFS americani, non si avvicinano ancora minimamente a Pokerstars, leader del mercato poker.
Inoltre se diamo uno sguardo alla migliore community online di DFS, Rotogrinders, vediamo una marcata differenza tra le sezioni DFS e Poker quando si cerca qualcosa a riguardo su google. Il poker ha un sacco di board dedicate e Rotogrinders non si avvicina a nessuna di esse per dimensione o coinvolgimento.

Lasciamo parlare i soldi

FanDuel, il più grande sito nell’industria dei DFS, non ha ancora fatto profitti! Questa incredibile affermazione potrebbe sorprendere tutti quelli che hanno assistito all’ascesa dei DFS in USA come l’arrivo del “salvatore dei gamblers”, ma è un dato di fatto. Secondo bizjournals “FanDuel non ha ricavi al momento a causa degli enormi budget dedicati al marketing. Mentre l’interesse sta esplodendo, i Daily Fantasy Sports dipendono da continui investimenti per far aumentare il bacino di utenti”.

I siti di poker non hanno mai avuto problemi nemmeno nei primi anni di sviluppo e non hanno mai presentato bilanci negativi.

DraftKings e le altre società sono solamente start-up molto popolari nelle quali gli investimenti sono cruciali per sviluppare il brand e piazzarsi sul mercato. Il numero di utenti paganti nei DFS continua a crescere in maniera impressionante, ma le revenue annuali di FanDuel di circa 50 milioni di $ sono surclassate dal miliardo e mezzo di Pokerstars.

Le cifre di quest’anno saranno un’interessante lettura per capire la crescita dei DFS, ma non dimentichiamoci che gli sport sono stagionali e soffriranno inevitabili cali durante l’off-season, mentre il poker viene giocato tutto l’anno ed è ormai un fenomeno mondiale.

Conclusioni

I daily fantasy sports sono un passatempo popolare che sta crescendo in maniera esponenziale in USA, ma sono comunque ancora in fase embrionale e necessitano di costosi investimenti. Se il poker (o il betting sportivo) venisse legalizzato, sarebbe un enorme colpo per il mercato DFS.

Al momento sono al sicuro, ma il futuro è incerto. Con chi condivideranno il proprio nido e cosa gli succederà se gli altri uccelli ben più grossi iniziassero a spintonarli?

Dopo una carriera come Professional Poker Player dal 2008 al 2015, si è appassionato da subito ai Daily Fantasy Sports e ha aperto questo portale di informazione. Tra i suoi risultati la vittoria della prima edizione del FantasticaSfida nel Settembre 2015.

Devi essere loggato per commentare Login

Lascia una risposta