STRATEGIA: Consistenza vs Potenziale - Daily Fantasy Sports .it

STRATEGIA: Consistenza vs Potenziale

Nei DFS ci sono due tipi diversi di partita a cui potrete partecipare: i Tornei o i Cash Games. Come vedremo sono tipologie che prevedono strategie completamente diverse ed è quindi fondamentale capire dove stanno le differenze. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e che tipo di approccio avere.

TIPI DI CONTEST

CASH GAMES. Si considerano partite cash gli Heads up (testa a testa), i 50/50 (double ups), i triple ups o i moltiplicatori. Si gioca o contro un giocatore (HU) o contro un field di giocatori (50/50 e  triple ups) con un payout (struttura dei premi) piatto (tutti vincono la stessa cifra).

TORNEI. Nei tornei invece il payout è verticale, coi primi posti che vinceranno le cifre più sostanziose a scendere. Circa il 20-25% dei partecipanti viene pagato. Esistono anche i Sit & Go, in cui il numero di partecipanti è fissato, come la lista premi che varia in base al numero di iscritti, una sorta di torneino con un numero basso di iscritti ben definito (da 6 a 24 solitamente).

DIFFERENZE E DIVERSI APPROCCI

Ci sono due concetti fondamentali da considerare quando creerete la vostra squadra per questi due tipi di contest: si parla di consistenza (floor) vs potenziale (ceil).

CASH GAMES

Avrete tipicamente solo 1 o 2 formazioni da schierare nel contest, per cui è molto importante che la vostra squadra ottenga un punteggio buono in maniera affidabile. Giocherete principalmente contro un numero ridotto di avversari diversi e avrete un gran vantaggio su gente che fa scelte rischiose che non danno frutti. Il modo migliore per sfruttare questa cosa è schierare una formazione che si compone di giocatori di diversi club che performano bene. Eviteremo di scegliere giocatori della stessa squadra, soprattutto in difesa, perché se quella squadra avrà una pessima giornata rischieremo di fare un disastro.
Dovrete scegliere i giocatori che hanno la media più affidabile, con meno varianza, quelli che portano a casa sempre un punteggio buono, senza grossi picchi sia in positivo che in negativo. Non vi potete permettere un flop. Dovrete raggiungere un punteggio buono, non ottimo.
Pensate ad un Heads Up: non potete permettervi di schierare un portiere che rischierà di prendere 2-3 goal anche se potrebbe fare molte parate, il rischio di un punteggio pesantemente negativo è troppo alto. Potrebbe prendere 8-10 punti, è vero, ma anche -7, ed in quel caso il vostro HU è quasi sempre perso.

TORNEI

La strategia per i tornei è differente ed è qui che prendersi qualche rischio può pagare molto.
Siamo alla ricerca di una formazione che avrà un alto potenziale, ossia un punteggio massimo atteso elevato. Bisogna concentrarsi su partite che hanno il potenziale di “fare il botto” e scegliere giocatori di quelle squadre. A volte sceglieremo addirittura 4 giocatori della stessa squadra. Il motivo è che in difesa, nel caso di clean sheets (porta inviolata) otterremo un sacco di punti. Per l’attacco spesso capiterà di avere un attaccante che segna ed un centrocampista che fa l’assist e viceversa.

Ci aspettiamo di utilizzare formazioni molto diverse come entries, in quanto se un club farà male in quella giornata di campionato, affonderà la nostra formazione, dato che molti giocatori saranno di quella squadra. Ne serviranno altre completamente diverse per rimediare.

Nei tornei potrete e dovrete iscrivervi con più di una formazione. Il compito sarà quello di trovare le partite che potranno “esplodere” e costruire le formazioni intorno a quelle squadre. Dovrete cercare i giocatori che possono fare un’exploit e che hanno medie con molta varianza, ad esempio giocatori che hanno toccato punteggi molto elevati anche se la loro media non è nulla di che.

Riprendiamo il caso del portiere di prima. In un torneo ha senso prenderlo in considerazione per una delle nostre formazioni, perché se è vero che quando andrà male ci affosserà la formazione, quando andrà bene (ad es. non subendo gol o facendo 7+ parate) ci farà schizzare in alto in classifica verso i big money. Aggiungiamo inoltre che non saranno in molti ad averlo schierato e questo è un aspetto da non sottovalutare.

CONCLUSIONI

Speriamo che con questo articolo via sia chiaro come diverse tipologie di torneo prevedano diversi approcci al gioco e come il concetto di consistenza e di potenziale giochino un ruolo fondamentale.

 Leggi anche:

Dopo una carriera come Professional Poker Player dal 2008 al 2015, si è appassionato da subito ai Daily Fantasy Sports e ha aperto questo portale di informazione. Tra i suoi risultati la vittoria della prima edizione del FantasticaSfida nel Settembre 2015.

Devi essere loggato per commentare Login

Lascia una risposta